Villanovatulo

Il paese si erge isolato alle pendici, calde ed assolate, del colle dominato dalla chiesetta di San Sebastiano.

Nuraghe Adoni - Villanova Tulo
Nuraghe Adoni – Villanova Tulo

Il paese si erge isolato alle pendici, calde ed assolate, del colle dominato dalla chiesetta di San Sebastiano. Dalla cima della collina, stupendo balcone naturale ombreggiato dalle chiome dei pini, si gode di una magnifica vista sul lago alimentato dal grande e sinuoso Flumendosa.

Con meno di 1400 abitanti, dispone di una superficie territoriale vasta circa 40 Kmq. Tra i suoi figli più illustri si ricorda la figura del poeta [link href=”https://it.wikipedia.org/wiki/Benvenuto_Lobina”]Benvenuto Lobina[/link].
Il centro abitato è caratterizzato da peculiari e strette viuzze in acciotolato denominate localmente strintus, ossia strettoie, interrotte ogni tanto da piccoli slarghi su cui si affacciano portali archivoltati e facciate ricche di decorazioni quasi scultoree.

L’estremo settore orientale del territorio è caratterizzato dalla presenza di uno dei più importanti corsi d’acqua della Sardegna: il Flumendosa. Questo fiume è il confine naturale con i territori di Seulo e Sadali; con quest’ultimo paese Villanovatulo condivide anche il ponte che attraversa il Lago del Flumendosa.
[int]+[/int]
L’economia è prevalentemente agro-pastorale, ma numerose sono le potenzialità legate alle risorse naturalistiche, storico-archeologiche e culturali del territorio: superbo appare il sistema forestale di Pantaleo, in perfetta armonia con le imponenti rupi traforate da profonde caverne.

Numerosi nuraghi emergono dalla fitta vegetazione tipicamente mediterranea: tra i più significativi, per complessità ed imponenza, è il [link href=”http://www.iddocca.it/home.php?primo_livello=42&secondo_livello=67&terzo_livello=111&inc=contenuti&paese=11&id=332″]nuraghe Adoni[/link] che svetta da un bastione roccioso ad oltre 800 m s.l.m.

Lo stretto legame del paese con la civilta’ nuragica, d’altronde, è testimoniato dall’appellativo di Villanova: il termine Tulo o Tullu (dal greco tholos), pare che significhi appunto cupola di nuraghe.

In posizione dominante rispetto al paese sorge la chiesa di S. Sebastiano: la struttura, dalle linee semplici, sorge su un preesistente insediamento preistorico. A causa dei numerosi interventi di restauro subiti, oggi non è possibile assegnare una facile datazione al monumento.

[link href=”http://www.comune.villanovatulo.ca.it/”]Sito web del Comune di Villanovatulo[/link]

Mappa di Villanovatulo

Operatori economici/turistici del territorio di Villanovatulo

Organi Amministrativi

Sindaco di Villanovatulo |

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

13 Luglio, 2022